10 maggio 2018

PREISCRIZIONE ORATORIO ESTIVO 2018: All’Opera!

All’Opera!  
Da oggi è possibile effettuare la preiscrizione on-line di tuo figlio 
all’Oratorio Estivo 2018 di San Barnaba e Maria Madre
clicca il link 


Inserisci i dati nella scheda, inviala, e riceverai conferma all'indirizzo mail che avrai indicato con le tue credenziali di accesso al portale. 

Dovrai poi passare in segreteria a Maria Madre della Chiesa  per  firmare la modulistica e saldare quanto dovuto; in tal modo la tua iscrizione sarà attiva e potrai così accedere a tutti i servizi del portale iGrest su PC o smartphone e seguire così le attività dell’Oratorio Estivo 2018 

03 maggio 2018

IL BISOGNO DI CELEBRARE

Carissimi, stiamo vivendo il tempo pasquale che è il più bello dell'anno liturgico perchè ci offre di celebrare la pienezza del dono della salvezza nelle sue diverse sfaccettature. Tutti sappiamo che in Gesù crocifisso e risorto siamo salvati da Dio, ma la celebrazione di questi misteri nelle diverse vocazioni e nei diversi passaggi di crescita della nostra vita è certo un momento importante e gioioso.

Celebrare è un bisogno fondamentale della vita delle persone e anche dei popoli, ce lo ricordano le giornate di festa civile che viviamo in questo periodo.       

Celebrare non è solo ricordare - cosa oggi più che mai necessaria - ma riconoscere che la nostra vi-cenda attuale è stata segnata da un evento decisive del passato che ancora oggi produce i suoi ef-fetti positivi ed impegnarsi a rinnovare la vita personale e sociale secondo i valori ricevuti.  
In chiave religiosa è accogliere nuovamente in modo festoso il dono ricevuto da Dio come grazia a cui corrispondere con l'obbedienza della fede, la volontà di conversione e la docilità ai disegni di Dio.

Il primo grande dono che celebriamo è quello del Battesimo che vediamo le famiglie chiedono con sempre maggiore convinzione e preparazione. E' proprio bello e significativo il gesto dell'accoglienza dei bambini nella messa domenicale e invito tutti a viverla come momento di memoria grata per il sacramento che ci ha reso cristiani.

Sempre nella luce della Pasqua la celebrazione della prima Riconciliazione e Comunione e, il prossimo 13 maggio, quella della Cresima sono un dono prezioso per le famiglie coinvolte coi loro bambini e un appello a tut-ta la Comunità a far conto sulla grazia di questi sacramenti per il cammino della vita con lo stesso "timore e tremore" gioioso e la stessa genunità della prima volta dei bambini.

Come pure gli anniversari di Matrimonio sono occasione preziosa per esaltare la fedeltà d'amore di Dio che questi sposi riflettono nelle fatiche e nelle gioie della loro famiglia. Ed anche invocazione al Signore per tutte le famiglie della Comunità perchè si lascino accompagnare a crescere nell'amore, nelle tante prove della vita familiare, dalla grazia del sacramento e dalla solidarietà delle famiglie amiche. Ma è anche preghiera sincera e sofferta per le coppie segnate dalla ferita della separazione.

La grande festa della Pentecoste quest’anno, nel Sinodo della Chiesa dalle genti, sarà occasione per una celebrazione del dono dello Spirito Santo tutta particolare con l’invito ad una veglia di preghiera tra cristiani delle diverse provenienze del mondo. Chiediamo allo Spirito di ispirare il nostro cammino di Comunità accogliente e missionaria.

Vivremo poi la celebrazione dell'Unzione degli infermi che esprime e realizza ancora di più l'unione di Cristo ai malati e richiama a tutta la Comunità il comandamento di onorare e servire le membra più fragili e delicate.

Infine due altri motivi di celebrazione: il mese di Maggio con la preghiera mariana e la preparazione alla processione del Corpus Domini.

Invito tutti, a cominciare dalle famiglie dei CIC, a dare attenzione particolare alle occasioni di preghiera del Rosario. Quasi mai vedo i bambini partecipare a questa preghiera serale che invece può insegnare loro molte cose. Infatti momenti così possono essere vissuti anche dai nostri bambini e ragazzi insieme ai genitori e ai nonni delle varie parti del quartiere come espressione di quella fede popolare e ‘semplice’ che è l’humus fondamentale per la costruzione di una autentica esperienza di preghiera e di fede.

La decisione del papa di istituire la memoria liturgica di Maria Madre della Chiesa ispirerà quest’anno la preghiera della Comunità nella preghiera mariana.

Infine esorto a sostare in adorazione davanti all’Eucaristia in compagnia della Parola il giovedì dopo la messa feriale per coltivare lo spirito di contemplazione. Non è una preghiera facile perchè ci richiama anzitutto al silenzio, ma è importante fermarsi  portando a Gesù ciò che abbiamo nel cuore e lasciare che lui lo riscaldi con la sua presenza amorosa.

Ecco come il bisogno di celebrare può trovare occasioni e modi significativi per realizzarsi in questo tempo per ciascuno di noi e le nostre famiglie. Buone celebrazioni!

d.Alfredo

#PIUSIAMOPIUDONIAMO


Con eventi d’arte, cultura, degustazioni e anche solidarietà:  grazie a  #PIUSIAMOPIUDONIAMO prenderà il via una gara di solidarietà che, dal 7 maggio in piazza XXV Aprile alle 18.30 in occasione dell’inaugurazione istituzionale della settimana alla presenza dell’Arcivescovo Delpini, si sposterà giovedì 10 maggio dalle 21 alle 23 nel piazzale antistante la parrocchia Maria Madre della Chiesa.                                                                                  
Banco Alimentare, Caritas Ambrosiana, Pane Quotidiano e Croce Rossa Italiana inviteranno attraverso i loro volontari tutti i cittadini a pesarsi a gruppi, a coppie o da soli, un gesto simbolico collettivo che permetterà alla fine della settimana alle quattro associazioni no profit di ricevere un quantitativo di derrate alimentari proporzionale al numero complessivo  dei cittadini coinvolti.
“CULTURA, PROFUMI E SAPORI AL GRATOSOGLIO. Frida Kahlo. Oltre il Mito. Racconto di una mostra”.
L’evento che dal 10 al 13 maggio trasformerà il quartiere Gratosoglio in un museo a cielo aperto. Una spettacolare proiezione, a cura di Mariella Di Rao e di Sebastiano Romano, di alcune delle più significative opere di Frida Kahlo attualmente esposte al Mudec (in mostra fino al 3 giugno) illuminerà dalle ore 21 alle ore 23.30 le torri bianche del quartiere portando tra la gente l’atmosfera e le suggestioni della pittrice messicana         
Una grande festa di luci accompagnata da musica in sottofondo, da essenze profumate dell’Accademia del Profumo con Atelier Fragranze Milano  e da momenti d’animazione: street food, concerti, danze, iniziative per i bambini. 
Un evento promosso da Confcommercio Milano e Comune di Milano e realizzato grazie alla collaborazione con Mudec/24Ore Cultura e il sostegno URBAN UP,  Unipol Projects Cities e di A2a e Amsa.
La manifestazione coinvolge in un ricco palinsesto di eventi tutto il quartiere: Municipio, parrocchia, scuole, associazioni del territorio.       
(testo tratto dal comunicato ufficiale del Comune di Milano).


Calendario dal 1 maggio 2018


Martedì 1 maggio (vedi programma mese)

Mercoledì 2 maggio ore 15 saletta Oratorio SB TERZA ETÀ riu nite di SB e MMC

Giovedì 3 maggio PANE & PAROLA
dalle 17,30 alle 18,45 in MMC
dalle 18,30 alle 19,45 in SB
tempo di silenzio, meditazione delle letture domenicali, adorazione eucaristica.

Venerdì 4 maggio NON C’E’ L’ADORAZIONE DEL PRIMO VENERDI’
ore 21 oratorio SB gruppo PREADO conclu sione del cammino dell’anno
ore 21 chiesa SB celebrazione del sacramento della Riconciliazione pper coppie degli anniversari di Matrimonio

Sabato 5 maggio ore 14,30 oratorio MMC incontro CIC 4

Domenica 6 maggio VI di Pasqua 
Celebrazione degli anniversari di Matrimonio

Lunedì 7 maggio ore 15 sala Molaschi MMC TERZA ETÀ 
ore 21 oratorio SB incontro ANIMATORI ORATORIO FERIALE ESTIVO

Mercoledì 9 maggio ore 15 saletta Caritas SB TERZA ETÀ

Giovedì 10 maggio Solennità dell’ASCENSIONE DEL SIGNORE
S.Messe: ore 17 in MMC e ore 18 in SB
PANE & PAROLA  dalle 17,30 alle 18,45 in MMC dalle 18,30 alle 19,45 in SB
tempo di silenzio, meditazione delle letture domenicali, adorazione eucaristica.

Sabato 5 maggio ore 14,30 chiesa SB confessioni Cresimandi

Domenica 13 maggio VII di Pasqua 
ore 11 a MMC ore 15 a SB celebrazione della Cresima dei ragazzi di 5 el./ CIC 4

FORSE NON TUTTI SANNO CHE ...
Milano Food City sbarcherà a Gratosoglio dal 10 al 13 maggio. 

Maggio 2018


Invochiamo MARIA col titolo di MADRE DELLA CHIESA nel 50° di fondazione della parrocchia di v. Saponaro,

Dal prossimo lunedì dopo la Pentecoste la celebrazione della memoria liturgica di Maria Madre della Chiesa diventa universale per tutta la Chiesa per «favorire la crescita del senso materno della Chiesa nei pastori, nei religiosi e nei fedeli, come anche della genuina pietà mariana».
(cfr. il decreto di promulgazione dell’11.02.2018)


Il Rosario ogni giorno
- in chiesa MMC alle 16,30 prima della s.Messa feriale
- in chiesa SB alle ore 18,30 dopo la s.Messa feriale (tranne giovedì –sarà recitato alle 17,20 perché
dopo messa c’è l’adorazione- e venerdì per la preghiera nei rioni).

Il Rosario ogni settimana
- invitiamo a scegliere in famiglia una sera alla settimana per la preghiera del Rosario
- nei vari rioni di MMC: Mercoledì 2 maggio oratorio ingresso dal pratone; Mercoledì 9 maggio cappellina via Baroni 190; Mercoledì 16 maggio parchetto ex centrale termica Baroni; Mercoledì 30 maggio tra le torri v.Saponaro 36/38

- i venerdì nei vari rioni di SB: v.Arcadia -campo di basket; v.De Ruggiero 27/29; v.Orlando 20; v.Baroni 64; v.Gratosoglio 65 oratorio; q.re Basmetto -campo di basket.


Appuntamenti straordinari: 
Martedì 1 ore 21 in Chiesa a SB celebrazione di inizio mese.
Lunedì 21 ore 21 in Chiesa a MMC rosario nella memoria liturgica del titolo - segue piccolo rinfresco.
Domenica 27 ore 20.30 chiusura decanale del mese alla parrocchia s.Maria di Caravaggio -via Brioschi: processione con la Madonna Pellegrina e il Santo Niño (nel Sinodo “Chiesa dalle genti”).
Giovedì 31 ore 20 in MMC s.Messa e processione eucaristica cittadina del Corpus Domini, percorrendo via Baroni fino a SB, presieduta dall’Arcivescovo Mario Delpini.

CONTAGIAMO IL BENE!

Questa espressione di papa Francesco dice bene il motivo di quanto ora raccontiamo:

"Ci sono oratori che si trovano in zone di frontiera nella città di Milano: così i dirigenti definiscono la propria realtà a San Barnaba. Una realtà addolcita e arricchita però dalla preziosa presenza di Giorgio Compostella che, oltre a tre figli e molti nipoti, ormai da anni ha deciso di fare del servizio la sua missione. Ogni giorno lo si trova in oratorio al servizio della società sportiva o semplicemente per qualche manutenzione; ogni giorno lo si vede parlare con i ragazzi con storie complesse e caratteri difficili. È vero, è stato un ottimo mister, un ottimo consigliere ma oltre a questo Giorgio è un grandissimo maestro di vita che dispensa saggezza e consigli, diventando autorevole punto di riferimento sia sportivo che umano attraverso il suo esempio, spendendosi per gli altri in ogni contesto che ne richiedesse l'impegno, dalla società sportiva al volontariato cittadino e parrocchiale."

Durante una serata di gala che ha visto la partecipazione di Javier Zanetti, Beppe Baresi e molte altre personalità dello sport e non, con questa motivazione la Presidenza del Comitato Provinciale del CSI di Milano, accogliendo la proposta di USSB, ha premiato il nostro Giorgio nell'ambito dell'iniziativa Campioni nella vita 2018.
Dopo tanti anni di lavoro, silenzioso ed efficace, questo è un riconoscimento importante anche se è comunque poca cosa per quanto Giorgio ha fatto e fa per la gente a San Barnaba.  Grazie Giorgio!

Domenica 22 aprile al Centro Peppino Vismara si è svolta una giornata di grande festa nella quale è stato inaugurato un monumento dedicato al Beato don Carlo Gnocchi. Nel contesto della festa i nostri parrocchiani Emilio Brasolin ed Ezio Brigada venivano premiati col dono della statuetta che riproduce il monumento stesso. Un riconoscimento inatteso da Emilio ed Ezio, ma certo meritato per il servizio volontario prestato da oltre 20 anni ai ragazzi del Centro, con fedeltà e passione, generosità e discrezione…

Ci uniamo al GRAZIE a questi nostri amici che sappiamo hanno imparato a scegliere il bene dalla fede e dagli esempi che hanno ricevuto nelle famiglie e nelle parrocchie di origine.

QUANTO BENE! E quanto ogni giorno viene donato da molti uomini e donne, giovani e ragazzi nel nostro quartiere.                                                                       

CONTAGIAMO IL BENE! perché ogni giorno è un’op-portunità che ci è offerta per fare il bene e così rendere migliore il mondo attorno a noi.

15 aprile 2018

Dedicato alle famiglie dei bambini che ricevono la prima Comunione


Udienza di papa Francesco del 21 3 2018

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!

E oggi è il primo giorno di primavera: buona primavera! Ma cosa succede in primavera? Fioriscono le piante, fioriscono gli alberi. Io vi farò qualche domanda. Un albero o una pianta ammalati, fioriscono bene, se sono malati?. No! Un albero, una pianta che non sono annaffiati dalla pioggia o artificialmente, possono fiorire bene? No. E un albero e una pianta che ha tolto le radici o che non ha radici, può fiorire? No. Ma, senza radici si può fiorire? No! E questo è un messaggio: la vita cristiana dev’essere una vita che deve fiorire nelle opere di carità, nel fare il bene. Ma se tu non hai delle radici, non potrai fiorire, e la radice chi è? Gesù! Se tu non sei con Gesù, lì, in radice, non fiorirai. Se tu non annaffi la tua vita con la preghiera e i sacramenti, voi avrete fiori cristiani? No! Perché la preghiera e i sacramenti annaffiano le radici e la nostra vita fiorisce. Vi auguro che questa primavera sia per voi una primavera fiorita, come sarà la Pasqua fiorita. Fiorita di buone opere, di virtù, di fare il bene agli altri Ricordate questo, questo è un versetto molto bello della mia Patria: “Quello che l’albero ha di fiorito, viene da quello che ha di sotterrato”. Mai tagliare le radici con Gesù.

E continuiamo adesso con la catechesi sulla Santa Messa. La celebrazione della Messa, di cui stiamo percorrendo i vari momenti, è ordinata alla Comunione, cioè a unirci con Gesù. La comunione sacramentale: non la comunione spirituale, che tu puoi farla a casa tua dicendo: “Gesù, io vorrei riceverti spiritualmente”. No, la comunione sacramentale, con il corpo e il sangue di Cristo. Celebriamo l’Eucaristia per nutrirci di Cristo, che ci dona sé stesso sia nella Parola sia nel Sacramento dell’altare, per conformarci a Lui. Lo dice il Signore stesso: Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui (Gv 6,56). Infatti, il gesto di Gesù che diede ai discepoli il suo Corpo e Sangue nell’ultima Cena, continua ancora oggi attraverso il ministero del sacerdote e del diacono, ministri ordinari della distribuzione ai fratelli del Pane della vita e del Calice della salvezza.

Nella Messa, dopo aver spezzato il Pane consacrato, cioè il corpo di Gesù, il sacerdote lo mostra ai fedeli, invitandoli a partecipare al convito eucaristico. Conosciamo le parole che risuonano dal santo altare: Beati gli invitati alla Cena del Signore: ecco l’Agnello di Dio, che toglie i peccati del mondo. Ispirato a un passo dell’Apocalisse – beati gli invitati al banchetto di nozze dell’Agnello (Ap 19,9): dice “nozze” perché Gesù è lo sposo della Chiesa – questo invito ci chiama a sperimentare l’intima unione con Cristo, fonte di gioia e di santità. E’ un invito che rallegra e insieme spinge a un esame di coscienza illuminato dalla fede. Se da una parte, infatti, vediamo la distanza che ci separa dalla santità di Cristo, dall’altra crediamo che il suo Sangue viene sparso per la remissione dei peccati. Tutti noi siamo stati perdonati nel battesimo, e tutti noi siamo perdonati o saremo perdonati ogni volta che ci accostiamo al sacramento della penitenza. E non dimenticate: Gesù perdona sempre. Gesù non si stanca di perdonare. Siamo noi a stancarci di chiedere perdono. Proprio pensando al valore salvifico di questo Sangue, sant’Ambrogio esclama: «Io che pecco sempre, devo sempre disporre della medicina» (De sacramentis, 4, 28: PL 16, 446A). In questa fede, anche noi volgiamo lo sguardo all’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo e lo invochiamo: «O Signore, non sono degno di partecipare alla tua mensa: ma di’ soltanto una parola e io sarò salvato». Questo lo diciamo in ogni Messa.

Se siamo noi a muoverci in processione per fare la Comunione, noi andiamo verso l’altare in processione a fare la comunione, in realtà è Cristo che ci viene incontro per assimilarci a sé. C’è un incontro con Gesù! Nutrirsi dell’Eucaristia significa lasciarsi mutare in quanto riceviamo. Ci aiuta sant’Agostino a comprenderlo, quando racconta della luce ricevuta nel sentirsi dire da Cristo: «Io sono il cibo dei grandi. Cresci, e mi mangerai. E non sarai tu a trasformarmi in te, come il cibo della tua carne; ma tu verrai trasformato in me» (Confessioni VII, 10, 16: PL 32, 742). Ogni volta che noi facciamo la comunione, assomigliamo di più a Gesù, ci trasformiamo di più in Gesù. Come il pane e il vino sono convertiti nel Corpo e Sangue del Signore, così quanti li ricevono con fede sono trasformati in Eucaristia vivente. Al sacerdote che, distribuendo l’Eucaristia, ti dice: «Il Corpo di Cristo», tu rispondi: «Amen», ossia riconosci la grazia e l’impegno che comporta diventare Corpo di Cristo. Perché quando tu ricevi l’Eucaristia diventi corpo di Cristo. E’ bello, questo; è molto bello. Mentre ci unisce a Cristo, strappandoci dai nostri egoismi, la Comunione ci apre ed unisce a tutti coloro che sono una sola cosa in Lui. Ecco il prodigio della Comunione: diventiamo ciò che riceviamo!

La Chiesa desidera vivamente che anche i fedeli ricevano il Corpo del Signore con ostie consacrate nella stessa Messa; e il segno del banchetto eucaristico si esprime con maggior pienezza se la santa Comunione viene fatta sotto le due specie, pur sapendo che la dottrina cattolica insegna che sotto una sola specie si riceve il Cristo tutto intero. Secondo la prassi ecclesiale, il fedele si accosta normalmente all’Eucaristia in forma processionale, come abbiamo detto, e si comunica in piedi con devozione, ricevendo il sacramento in bocca o sulla mano, come preferisce. Dopo la Comunione, a custodire in cuore il dono ricevuto ci aiuta il silenzio, la preghiera silenziosa. Allungare un po’ quel momento di silenzio, parlando con Gesù nel cuore ci aiuta tanto, come pure cantare un salmo o un inno di lode che ci aiuti a essere con il Signore.

La Liturgia eucaristica è conclusa dall’orazione dopo la Comunione. In essa, a nome di tutti, il sacerdote si rivolge a Dio per ringraziarlo di averci resi suoi commensali e chiedere che quanto ricevuto trasformi la nostra vita. L’Eucaristia ci fa forti per dare frutti di buone opere per vivere come cristiani. E’ significativa l’orazione di oggi, in cui chiediamo al Signore che «la partecipazione al suo sacramento sia per noi medicina di salvezza, ci guarisca dal male e ci confermi nella sua amicizia» (Messale Romano, Mercoledì della V settimana di Quaresima). Accostiamoci all’Eucaristia: ricevere Gesù che ci trasforma in Lui, ci fa più forti. E’ tanto buono e tanto grande il Signore!

Calendario dal 15 aprile 2018




Domenica 15 aprile   III di Pasqua
ore 10,30 chiesa SB PRIMA COMUNIONE  
ore 21 oratorio SB incontro 18/19 enni

Lunedì 16 aprile
ore 15 sala Molaschi MMC TERZA ETÀ             
ore 21 oratorio SB incontro ADO

Martedì 17 aprile
ore 15,15  Chiesa MMC ultimo incontro di CATECHESI ADULTI
ore 19 oratorio MMC incontro ADO

Mercoledì 18 aprile
ore 15 saletta Caritas SB  TERZA ETÀ

Giovedì 19 aprile:
PANE & PAROLA

dalle 17,30 alle 18,45 in MMC -  dalle 18,30 alle 19,45 in SB
tempo di silenzio, meditazione delle letture domenicali, adorazione eucaristica.

ore 19 e 21 in SB ultimo incontro di CATECHESI ADULTI                                    
ore 20 casa Martino v.Baroni GRUPPO GIOVANI

Venerdì 20 aprile
ore 21 oratorio SB gruppo PREADO
ore 21 chiesa SB incontro per coppie degli anni - versari di Matrimonio di San Barnaba

Sabato 21 aprile
sabato/domenica 2 giorni PREADO a Meda                         
ore 9.30 - 17.30 ritiro CIC 4 al museo diocesano    
ore 9,30 Oratorio MMC ultimo incontro di CATECHESI per gli ADULTI

Domenica 22 aprile  IV di Pasqua
ore 18 saletta Caritas SB  genitori 18/19NNI dalle 20 iniziativa di autofinanziamento per gruppo 18enni FoodOrat. Informazioni sul volantino in distribuzione

Lunedì 23 aprile
ore 15 sala Molaschi MMC TERZA ETÀ          
ore 21 oratorio SB incontro ADO                       
ore 21 sala Molaschi MMC incontro coppie degli anniversari di matrimonio di MMC

Martedì 24 aprile
ore 19 oratorio MMC incontro ADO

Mercoledì 25 aprile
Uscita GRUPPO GIOVANI

Giovedì 26 aprile:
PANE & PAROLA

dalle 17,30 alle 18,45 in MMC -  dalle 18,30 alle 19,45 in SB
tempo di silenzio, meditazione delle letture domenicali, adorazione eucaristica.


Venerdì 27 aprile
dal 27 al 1 maggio viaggio 18/19ENNI a Parigi

ore 19 da via Feraboli 27 e dalla farmacia di via Saponaro 32 partenza in pullman per il pellegrinaggio decanale a CARAVAGGIO - presieduto da mons. Faccendini.
(le iscrizioni entro il 20 aprile)
ore 21    oratorio SB gruppo PREADO


Domenica 29 aprile  V di Pasqua



Date in calendario
Dom. 13 maggio ore 11 a MMC ore 15 a SB celebrazione della Cresima dei ragazzi di 5 el./ CIC 4
Dom. 20 maggio ore 11 a MMC celebrazione dell’Unzione degli infermi
Giov. 31 maggio ore 20 a MMC l’Arcivescovo presiede la celebrazione della Messa e la processione eucaristica del Corpus Domini per la città di Milano. L’arrivo è nella chiesa di SB
Dom. 3 giugno ore 10,30 a SB celebrazione dell’Unzione degli infermi