30 settembre 2013

Cambio della guardia

Don Giovanni <                              > Don Giuseppe

21 settembre 2013

Gratitudine, servizio e cura delle relazioni fraterne

L’inizio dell’anno pastorale trova la nostra comunità con qualche cambiamento in corso. In modo “simpatico” c’è stata una presentazione di questi “movimenti” nel primo numero dell’Informatore, ora vorrei semplicemente sottolineare alcuni atteggiamenti umano/spirituali con i quali vivere questo momento.

Innanzitutto mi pare importante vivere un atteggiamento di gratitudine; certo per tutte le cose belle e buone che abbiamo ricevuto da Giuseppe e che riceveremo da Giovanni e da Agnese, per quello che sono stati e saranno nella loro umanità, ma vorrei andare un poco più in profondità. La gratitudine, il ringraziamento, la “grazia”, la gratuità sono il “cuore” dell’esperienza cristiana, della vita di una comunità: salutare e accogliere persone che hanno dedicato la loro vita al Signore nella dedizione alla vita della comunità ci ricorda tutto questo. L’amore gratuito del Signore ci precede e radica la nostra vita nel suo cuore di Padre, facendoci dono dello Spirito del suo Figlio Gesù.
Questa convinzione ci invita a rimettere in circolo nella comunità, nel nostro quartiere, nelle relazioni che viviamo i valori della gratuità e della gratitudine come segreto di esistenze buone e riuscite.

Un secondo atteggiamento umano/spirituale che mi sembra importante cogliere da questi “cambiamenti” è il richiamo alla dimensione del servizio che l’esperienza di questi fratelli che vanno e vengono ci ricorda: sevizio alla edificazione di una comunità cristiana che cammina nell’ascolto della Parola del Signore, lo celebra presente nei segni santi dell’Eucaristia e dei Sacramenti, lo riconosce nei fratelli, soprattutto nei piccoli e nei poveri.
Ecco allora un altro richiamo per la nostra vita: rimettere in circolo nella nostra comunità con scelte, gesti, attenzioni educative la capacità di vivere il servizio con quell’atteggiamento e quella libertà di cuore richiamataci da Gesù… “Abbiamo solo fatto quello che dovevamo fare”.

Un’ultimo atteggiamento che vorrei richiamare è quello della cura per le relazioni fraterne tra noi.
I momenti di cambiamento portano sempre un po’ di tristezza, nostalgia, dispiacere… sembra che si rompano dei legami, sembra quasi che le amicizie create, gli scambi umani vissuti, il reciproco arricchimento non contino più niente. È proprio il momento di cogliere invece la profondità vera di ciò che ci “tiene insieme”: non tanto o non principalmente le realizzazioni che abbiamo creato, ma le relazioni che abbiamo costruito. Il valore di queste supera tempi e luoghi.
Questo arricchimento che abbiamo ricevuto e che riceveremo ancora ci invita a rimettere in circolo nella nostra comunità la cura per le persone, i volti, le storie di vita. La fraternità è l’eredità lasciataci da Gesù nel suo passaggio da questo mondo al Padre e ciò che con maggiore attenzione dovremmo custodire per il bene dell’umanità.

Ringraziamo quindi il Signore, salutiamo con cordialità e affetto chi parte e chi arriva, cerchiamo di accoglierli e tenerli sempre nel nostro cuore.
     Don Marcellino


A TUTTO CAMPO - FESTA DEGLI ORATORI



La straordinaria occasione del saluto a don Giuseppe e del benvenuto a don Giovanni ci ha spinto a celebrare la FESTA DEGLI ORATORI tutti insieme domenica 29 settembre a San Barnaba. Per questo la messa delle ore 11 di domenica 29 settembre a Maria Madre sarà sospesa e così pure l’oratorio sarà chiuso nel pomeriggio. Mentre domenica 6 ottobre l’oratorio sarà chiuso nel pomeriggio a San Barnaba per partecipare alla festa di Maria Madre (cfr. i programmi).




Carissimi fratelli e sorelle,
la redazione di Voci, il giornale della nostra Comunità, è pronta a ripartire col nuovo anno pastorale. Per questo motivo, desideriamo ancora una volta sentire le vostre voci.
Siamo convinti che quanto è maturato e vissuto nella fede nel Signore Gesù da parte di ciascuno, se comunicato agli altri, diventa l’humus necessario per nutrire quella degli altri, anche in questi tempi confusi e travagliati.
In quest’anno pastorale siamo chiamati a ripercorrere e ritrovare le vie per portare la buona notizia che è il Vangelo a tutti i nostri fratelli: ebbene, pensiamo che il nostro giornale possa essere uno strumento privilegiato in tal senso.
L’intento è, come sempre, di dare spazio ai gruppi parrocchiali, perché si facciano conoscere, e ai singoli, perché presentino le loro esperienze e le riflessioni che sorgono a partire dall’attualità della società civile e della Chiesa, sia quella universale sia quella rappresentata dalle nostre due parrocchie.
Per questo motivo, anticipiamo che sul prossimo numero, in uscita ad ottobre, daremo ampio spazio al saluto al nostro Vicario Parrocchiale per la pastorale giovanile, don Giuseppe Lotta, e all’accoglienza del suo successore, don Giovanni Salatino.
Senza i vostri contributi, però, le pagine sarebbero decisamente vuote, perciò aspettiamo di riceverli entro domenica 6 ottobre mediante i canali ordinari:
una busta, indirizzata al Gruppo Comunicazione, da lasciare ai sacerdoti o nella buca delle lettere delle due case parrocchiali;
per chi è in grado di usare il computer, un allegato in formato .doc da spedire all’indirizzo di posta elettronica
vocidellacomunita@gmail.com.
Vi ringraziamo in anticipo e vi auguriamo un felice inizio d’anno pastorale.                                                  
La redazione di “Voci”


CALENDARIO della COMUNITÀ PASTORALE dal 22 settembre 2013

DOMENICA 22 SETTEMBRE
«IV DOPO IL MARTIRIO DI
S. GIOVANNI IL PRECURSORE»

Lunedì 23 settembre
ore 21,00    Centro parr. SB: incontro catechisti e genitori animatori dei CIC

DOMENICA 29 SETTEMBRE
«V DOPO IL MARTIRIO DI
S. GIOVANNI IL PRECURSORE»

Venerdì 4 ottobre
ore 15,30 Chiesa SB: Adorazione Eucaristica della TERZA ETÀ.
ore 18,00 Chiesa SB: S. Messa ed esposizione eucaristica fino alle ore 22,00.

DOMENICA 6 ottobre
«VI DOPO IL MARTIRIO DI
S. GIOVANNI IL PRECURSORE»


Iscrizioni CIC

(cammini di iniziazione cristiana)

Si ricevono nel pomeriggio della festa degli oratori a san Barnaba domenica 29. 09 e nel pomeriggio della festa di Maria Madre domenica 6.10.

Ricordiamo che i percorsi di catechesi dei ragazzi cominciano con la seconda elementare e gli incontri prevedono il coinvolgimento dei genitori.


FESTA DI MADRE MARIA



Martedì 1 ottobre ore 21 nel salone dell’oratorio
“IL CAMPO E’ IL MONDO” - un nuovo anno pastorale
Incontro con mons. Carlo Faccendini - vicario episcopale

Venerdì 4 ottobre dalle ore 8 alle 12 in chiesa
S. Messaadorazione (testi di papa Francesco) 
 nb: i preti sono presenti per la riconciliazione 

Sabato 5 ottobre ore 19,30 in salone teatro 
Cena “familiare” e … serata di giochi e musica 
Iscriversi al bar dell’oratorio (primo piatto preparato in parrocchia, secondo e dolci portati da casa) 

Domenica 6 ottobre Ore 11 in chiesa
S.MESSA
con ricordo del 25° di ordinazione di d. Alfredo e 25° di professione religiosa di suor Marta;
 a seguire aperitivo sul sagrato
Ore 15,30 giochi per i ragazzi in oratorio 

Ore 17 in chiesa
“Nel nome della Madre” 
In ascolto di Maria, donna e madre.
 Proposta di meditazione con brani della Parola di Dio,
testimonianze, canti e danze rituali.

Lunedì 7 ottobre ore 21 in chiesa
S. Messa per tutti i defunti della parrocchia



Raccolta di libri per don Francesco

Dal nostro don Francesco, cappellano del carcere di Opera, ci viene un rinnovato appello ad offrire libri usati (romanzi, fumetti …, ad eccezione di Enciclopedie e libri della collezione “Harmony”) per i detenuti.

Un modo semplice e concreto di aiutare a tenere vivo anche così l’interesse per la vita … e anche di valorizzare un patrimonio di libri destinati ad impolverarsi nelle nostre case o negli scatoloni della cantina.

Chi desidera può consegnare direttamente il materiale presso la Casa parrocchiale di Maria Madre o il Centro Parrocchiale S. Barnaba.

Don Francesco ringrazia sentitamente tutti coloro che hanno già generosamente risposto all’appello e quanti lo vorranno fare in seguito.



LE FAMIGLIE ACCOLGONO I BAMBINI BIELORUSSI

Un’iniziativa di solidarietàa favore di chi è più sfortunato di noi

Da 9 anni, nei mesi di marzo/aprile, l’Associazione Famiglie Insieme organizza, in collaborazione con l’Associazione La Rondine, l’ospitalità di circa 20/25 bambini bielorussi di età dai 7 ai 9 anni. I bambini sono accompagnati da una maestra e da un’interprete per un periodo di circa 40 giorni.
Questa ospitalità avviene presso famiglie ed è definita “affido temporaneo per soccorso sanitario”.
I bambini vivono in una zona che nel 1986 fu contaminata dall’esplosione del reattore nucleare di Cernobyl.
Lo scopo primario è quello di assicurare ai bambini un periodo di soggiorno lontano dai luoghi contaminati accolti nelle nostre case. Per noi è anche un’occasione per unire tante famiglie generose in una esperienza impegnativa ed arricchente.

Chi è interessato può partecipare alla riunione di presentazione che si svolgerà il giorno 28 settembre alle ore 21,00 presso Parrocchia S. Antonio Maria Zaccaria
di via S. Giacomo 9

Per informazioni, contattare:
Fam. AMAGLIO tel.: 02/89.30.06.90
Fam. DI SACCO tel.: 02/89.30.06.94
Fam. SCANDALI te.: 02/82.63.453
Fam. VERGNAGHI tel.: 02/89.30.06.82